Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. 

In mostra a Milano tutta la potenza della carta, dal disegno alla scultura

L'igroscopia è la capacità di quelle sostanze che tendono ad assorbire le molecole d'acqua presenti nell'ambiente circostante; tra queste, la carta, il supporto che congiunge le opere dei 12 artisti internazionali coinvolti nel progetto espositivo che unisce i lavori di Sol Lewitt, Ugo La Pietra, Fausto Melotti, Hidetoshi Nagasawa, David Reimondo, Aldo Spinelli, Natalino Tondo, David Tremlett, Francesco Arena, Umberto Bignardi, Pietro Consagra, Daniele D'Acquisto. La carta e i suoi derivati, dunque, come supporto privilegiato per reinventare il concetto di spazio, partendo dal disegno e approdando all'installazione e alla scultura. Maestri consolidati e giovani artisti hanno utilizzato la Galleria Bianconi di Milano come un terreno di sperimentazione, grazie alle potenzialità di un materiale apparentemente fragile, la carta, che però rivela potenzialità inaspettate. Dal 16 novembre al 22 dicembre