Questo sito utilizza i cookie tecnici per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. 

La scuola fa la differenza

Comuni ricicloni

QUESTIONARIO RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA E GESTIONE RSU/INDIFFERENZIATA

Con nota Prot. n. 4364 del 30/01/2015 il III° Settore della Provincia di Rieti (Programmazione e Pianificazione Gestione Rifiuti) ha inviato a tutte le amministrazioni comunali e alle Unione dei Comuni, un questionario con scadenza il 20/02/2015. I comuni hanno avuto a disposizione un formulario di n. 2 schede  elaborate dallo stesso settore in collaborazione con la Soc. In house della Provincia di Rieti – Risorse Sabine in cui si è richiesto di rispondere ad una prima parte (sezione: A – DATI RACCOLTA DIFFERENZIATA) tali informazioni riguardavano l’avvio e lo svolgimento della RD. Una seconda parte invece era cosi strutturata – (sezione B:DATI RIFIUTI SOLIDI URBANI – INDIFFERENZIATA)

Ad oggi i comuni che hanno risposto sono 20

Gli uffici preposti si sono attivati a ricontattare tutti gli uffici tecnici comunali, per sollecitare l’invio delle schede al fine di completare le elaborazioni previste e fornire i dati sulla raccolta differenziata alla Regione  Lazio nel minor tempo possibile.

Per tale scopo viene pertanto pubblicato sia l’elenco dei comuni con le relative indicazioni di risposta e il file del questionario per facilitarne l’invio ai restanti comuni.

A mezzo fax al n. 0746/1970492. Via mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – via cartacea: Provincia di Rieti Settore III Via Salaria, 3 (02100) Rieti.

  • Accumoli
   
  • Amatrice
   
  • Antrodoco
   
  • Ascrea
Prot. n. 101/16  – 05.02.2015 SI
  • Belmonte in Sabina
   
  • Borbona
   
  • Borgorose
A mezzo fax il 25 feb. 2015 – SI
  • Borgo Velino
   
  • Cantalice
   
  • Cantalupo in Sabina
   
  • Casaprota
   
  • Casperia
   
  • Castel di Tora
   
  • Castelnuovo di Farfa
Pec- del 05/03/2015 SI
  • Castel Sant’Angelo
A mezzo fax il 20 feb. 2015 SI
  • Cittaducale
Mail del 4 marzo 2015 SI
  • Cittareale
   
  • Collalto Sabino
   
  • Colle di Tora
   
  • Collegiove
   
  • Collevecchio
   
  • Colli sul Velino
   
  • Concerviano
   
  • Configni
   
  • Contigliano
   
  • Cottanello
   
  • Fara in Sabina
   
  • Fiamignano
   
  • Forano
   
  • Frasso Sabino
Pec- del 05/03/2015 SI
  • Greccio
   
  • Labro
   
  • Leonessa
Prot. n. 19 feb. 2015 n. prot. 1038 SI
  • Longone Sabino
   
  • Magliano Sabina
Prot. n. 2209 trasmessa via PEC il 20/02/2015 SI
  • Marcetelli
   
  • Micigliano
Legalmail del 09 feb. 2015- prot. n. 224 SI
  • Mompeo
Fax del 20 feb. 2015 n. prot. 541 SI
  • Montasola
   
  • Montebuono
   
  • Monteleone Sabino
Pec- del 05/03/2015 SI
  • Montenero Sabino
   
  • Monte San Giovanni in Sabina
   
  • Montopoli di Sabina
   
  • Morro Reatino
Mail del 25 feb. 2015 SI
  • Nespolo
A mezzo fax il 04/03/2015 SI
  • Orvinio
A mezzo fax il 20/02/2015 SI
  • Paganico Sabino
   
  • Pescorocchiano
   
  • Petrella Salto
A mezzo fax il 23/04/2015 SI
  • Poggio Bustone
   
  • Poggio Catino
   
  • Poggio Mirteto
   
  • Poggio Moiano
   
  • Poggio Nativo
PEC  del 20 feb 2015 SI
  • Poggio San Lorenzo
Pec- del 05/03/2015 SI
  • Posta
   
  • Pozzaglia Sabina
   
  • Rieti
   
  • Rivodutri
   
  • Roccantica
   
  • Rocca Sinibalda
   
  • Salisano
   
  • Scandriglia
   
  • Selci
   
  • Stimigliano
   
  • Tarano
   
  • Toffia
Pec- del 05/03/2015 SI
  • Torricella in Sabina
PEC del 21 feb. 2015 SI
  • Torri in Sabina
Prot. n. 1408 del 06/03/2015 SI
  • Turania
   
  • Vacone
   
  • Varco Sabino
   
TOTALE 20  

I dati inerenti l’ultimo monitoraggio sono visibili al seguente  link

Ecofeste

PUBBLICAZIONE GRADUATORIA DEFINITIVA ASSEGNAZIONE PUNTEGGIO allegato B graduatoria definitiva assegnazione punteggio

PUBBLICAZIONE LIBRO RESOCONTO ECOFESTE 2014  (Parte 1,  Parte 2)

Le “EcoFeste” sono manifestazioni in cui si svolge la Raccolta Differenziata e si promuove e diffonde la riduzione a monte dei rifiuti, il riuso e riciclaggio dei rifiuti solidi urbani.

La Provincia di Rieti intende incentivare la divulgazione e l’uso di tali esperienze nell’ambito delle feste e delle manifestazioni ricreative, sportive, culturali, di animazione sociale e di valorizzazione ambientale del territorio.

“Ecofeste” è un’iniziativa promossa nell’ambito di applicazione del Programma approvato con D.G.P. n. 227 del  16/11/2012 attuativo della Deliberazione Giunta Regionale n. 406/2012, riguardante la “Programmazione delle risorse finanziarie per gli anni 2012-2014 destinate alla Raccolta Differenziata”.

La finalità è di sensibilizzare i cittadini al tema della Raccolta Differenziata, alla riduzione a monte dei rifiuti, al riuso e riciclaggio, nel contesto fornito dalle citate manifestazioni.

Annualmente la Provincia emana il Bando “EcoFeste Provincia di Rieti” rivolto ai Comuni, agli Enti pubblici (Unioni dei Comuni, Comunità Montane), alle Proloco e alle Associazioni di promozione sociale e di volontariato che realizzano sul territorio provinciale manifestazioni di tipo ricreativo, sportivo, culturale, di animazione sociale o di valorizzazione ambientale del territorio.

Il bando dà la possibilità ai soggetti partecipanti di ricevere, secondo la graduatoria due diverse tipologie di benefici:

1- Il marchio “EcoFesta Provincia di Rieti”, che costituisce un importante veicolo di promozione della festa stessa, in quanto ne “certifica” l’adesione al programma di raccolta differenziata ed ai principi della sostenibilità ambientale.

2-Un contributo economico assegnato a parziale sostegno delle spese sostenute ai fini dell’organizzazione e svolgimento delle feste.

I PRINCIPALI OBIETTIVI DELLE “ECOFESTE” SONO:

-      ridurre i rifiuti prodotti;

–      minimizzare gli impatti ambientali;

–      svolgere la raccolta differenziata di tutte le tipologie avviabili alla valorizzazione (quali carta, cartone, plastica, vetro, lattine, olii di frittura, etc…) nel modo corretto;

–      incentivare il compostaggio domestico e il recupero dell’umido durante le feste che prevedono la somministrazione di cibi e bevande;

–      diminuire il ricorso a materie prime non rinnovabili (attraverso la promozione delle bioplastiche);

–      promuovere i prodotti a “Km-Zero”;

–      diffondere l’utilizzo di macchine distributrici acqua pubblica;

–      incentivare il ricorso a carta ecologica o riciclata per la stampa del materiale informativo;

–      promuovere mercatini dell’usato e del baratto, (riusare, separare, riciclare);

–      utilizzare le feste come veicolo per la sensibilizzazione e l’informazione ambientale dei partecipanti.

In questo dépliant trovi tutte le “ECOFESTE”  in programma nel 2014

Filiere

Le tipologie di rifiuti su cui si intende intervenire sono strettamente collegate alle azioni per incentivare il riciclo dei rifiuti (riciclo e riuso). Punto di partenza è, senza dubbio, la realizzazione di una Raccolta differenziata di qualità. Già il Piano Provinciale per la Gestione dei Rifiuti, D.C.P. n. 19 del 01.04.2008, ha previsto una raccolta differenziata prioritariamente dei seguenti materiali: carta, cartone, vetro, plastica. Ora si intende sviluppare la raccolta anche coinvolgendo gli utenti nell’attenzione verso altri materiali la cui raccolta differenziata rappresenta un miglioramento della qualità ambientale (es. la raccolta olii frittura contribuisce a diminuire l’inquinamento prodotto dagli olii nei depuratori e nei fiumi e laghi). Si prevede la realizzazione di azioni incentivanti nei riguardi dei cittadini virtuosi (sconti acquisto materiali GPP, riduzione tariffa) e il conferimento diretto di alcuni materiali presso gli ecocentri dotati degli appositi contenitori anche dei RAEE. A supporto della raccolta differenziata di tali materiali, con il servizio del “porta a porta”, vengono quindi realizzati e potenziati gli ecocentri (a livello intercomunale o comunale) dotati di apposite attrezzature per il conferimento ed per il trasporto verso i consorzi o la piattaforma di un materiale “di qualità” da recuperare e riciclare. La lavorazione industriale di tali materiali e la reintroduzione sul mercato di oggetti realizzati mediante il riciclo costituiscono gli ulteriori passaggi che completano le “Filiere del Recupero e Riciclo”.In questo contesto particolare attenzione al Piano di Comunicazione e all’applicazione della DGR del 13 aprile 2012, n. 162 “Approvazione Linee Guida per la gestione delle Raccolte Differenziate dei rifiuti urbani nella Regione Lazio”, il documento che fornisce, tra l’altro, le indicazioni necessarie per la raccolta differenziata a partire dalle tipologie e colorazioni standard da adottare nella RD. Da tutto ciò vengono implementate le filiere del riciclo e recupero già avviate nel Programma 2013.Fonte di analisi “Rapporto Italia del Riciclo 2013” e pubblicazioni progetto Life + “Mo.Re. & Mo.Re.”.

Progetti

La Provincia di Rieti sta intraprendendo azioni sperimentali, in applicazione del suo Piano di Azioni per la prevenzione e riduzione dei rifiuti. In particolare vengono portati avanti diversi progetti tra cui:

Sottocategorie