Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. 

Comieco: Marzo prima edizione del mese del riciclo di carta e cartone

A Marzo il Mese della Carta di Comieco con Assocarta e Assografici.

A Milano, Napoli, Roma e lungo tutta l'Italia un ricco calendario di appuntamenti educativi e iniziative culturali per raccontare il valore della carta e l'importanza del riciclo 

Quest’anno, per la prima volta, marzo si vestirà di carta e cartone. Comieco in collaborazione con la Federazione della Filiera della carta e della grafica, Assocarta e Assografici, promuove la prima edizione del “Mese del Riciclo di carta e cartone”: una campagna nazionale ricca di iniziative culturali, appuntamenti educativi e incontri informativi per spiegare agli Italiani il valore e le potenzialità di carta e cartone e del loro riciclo. 

 

Attraverso il coinvolgimento dei cittadini, degli operatori del settore e degli artisti che hanno saputo cogliere la versatilità del materiale e trasferirla in vere opere d’arte e installazioni, sarà possibile mettere in evidenza il valore di carta e cartone. Nel calendario, che ogni settimana si arricchisce di iniziative speciali toccando Milano, Roma, Napoli e le principali città italiane, segnaliamo Palacomieco (struttura itinerante a ingresso libero dove poter imparare il riciclo di carta e cartone in maniera divertente e interattiva), che in occasione di Tempo di Libri, dall’8 al 12 marzo, torna a Milano. Mentre dal 21 al 23 marzo, con RicicloAperto giunto alla 17° edizione, si apriranno le porte degli impianti della filiera cartaria in tutta Italia per mostrare le fasi del ciclo del riciclo di carta e cartone. 

 

Nella vita quotidiana siamo circondati da carta e cartone: in casa, al lavoro, a scuola, nei supermercati, perfino quando riceviamo i nostri acquisti online con i loro imballaggi. Alcuni si conservano, ma una volta terminato il loro “primo” uso, carta e cartone si possono recuperare e, soprattutto, riciclare.
Quello che succede dopo il cassonetto è l’attività coordinata dell’industria del riciclo: un perfetto esempio di economia circolare in cui carta e cartone, una volta raccolti, vengono nuovamente riciclati e possono vivere sotto nuove forme. 

 

Con il mese del riciclo della carta e del cartone vogliamo far conoscere le innumerevoli possibilità di rinascita di un materiale così prezioso come la carta e ringraziare gli Italiani e i comuni che ogni giorno mettono il loro impegno per una corretta raccolta differenziata.



A seguire sul nostro sito, verranno inseriti gli aggiornamenti del calendario con gli appuntamenti che coinvolgeranno tutta la penisola.
 
 
Fonte: Comieco

Pubblicazione graduatorie interventi ammessi a contributo bandi Regione Lazio

La Regione Lazio ha pubblicato le graduatorie degli interventi ammessi a contributo per i bandi della Regione Lazio sulla raccolta differenziata per le misure a favore delle attività di compostaggio e autocompostaggio per la riduzione della frazione organica e per la realizzazione di centri di raccolta e isole ecologiche.

Leggi tutti i dettagli al seguente link http://www.regione.lazio.it/rl_rifiuti/?vw=newsDettaglio&id=36

Di seguito riportiamo gli interventi ammissi a contributo nella Provincia di Rieti:

finanziamenti compostaggio Page 1

finanziamento isole Page 1

Trasmissione quarta copia formulario rifiuti tramite PEC

Tra le novità ambientali introdotte dalla Legge di Bilancio (legge n. 205/2017) viene consentito l’invio tramite PEC della quarta copia del formulario identificativo rifiuti (FIR).

La possibilità di trasmissione della quarta copia del FIR attraverso posta elettronica certificata (PEC) è prevista dell’art. 1 comma 1135 della legge n. 205/2017 e ribadita anche dalla recente nota del Ministero dell’Ambiente n. 1588 del 31/01/2018 (vedi allegati).

L’obiettivo della norma è quello di semplificare la gestione dei documenti di tracciabilità dei rifiuti avviando una graduale dematerializzazione degli stessi.

Le imprese e gli operatori hanno pertanto la facoltà di scegliere di quali strumenti/modalità avvalersi, documento cartaceo oppure informatico, garantendo comunque la massima tracciabilità dei flussi di rifiuti.

 

Fonte: ANCE

Call for ideas - Alla ricerca della plastica perduta

Corepla sostiene e trova risorse per finanziare progetti per la produzione e il riciclo degli imballaggi in plastica.

La plastica non va gettata nell’ambiente ma inserita nelle procedure di raccolta. 
Ad oggi, in Italia Corepla riesce a riciclare la plastica ai massimi livelli come i migliori paesi europei, ma si può e si deve fare di più! 
Guarda questo breve video per saperne di più:

COREPLA - Call for ideas 'Alla ricerca della plastica perduta' from TRIWU on Vimeo.

 

Call for Ideas avvia un rapporto con la ricerca universitaria e con gli enti di ricerca pubblici. Con le aziende, le startup e chiunque pensi di avere buone idee. 
Potete usare questa piattaforma per sottoporre i vostri progetti. Un comitato tecnico scientifico li valuterà e farà delle scelte. L’obiettivo è quello di realizzarli concretamente, con finanziamenti diretti, con attività di crowfunding curato e sostenuto da Corepla, o stabilendo incontri diretti fra idee e aziende. 
Corepla garantisce che siano rispettati i diritti di proprietà intellettuale e i dati sensibili di chi sottopone le idee. Qui trovate il testo completo del regolamento.

Corepla in questa Call ha il ruolo di ‘mediatore mediatico’, fornisce uno spazio per condividere idee e trasformarle in realtà. Corepla vuole essere un catalizzatore di idee.

Commissione UE: rendere tutti gli imballaggi in plastica riciclabili entro il 2030

Tutti gli imballaggi in plastica nel mercato UE saranno riciclabili entro il 2030, secondo l'ambizioso obiettivo della Strategia Europea per la Plastica presentata presentata alla Commisione UE il 16 gennaio 2018.

Nella comunicazione al Parlamento Europeo e Consiglio UE denominata "A European Strategy for Plastic in a Circular Economy" la Commissione europea a fissato gli obiettivi diretti da un lato a proteggere l'ambiente dall'inquinamento da plastica e dall'altro a promuovere al contempo la crescita e l'innovazione con l'obiettivo di modificare il modo in cui i prodotti sono progettati, realizzati, utilizzati e riciclati nell'UE.

Tali obiettivi verranno perseguiti attraverso proposte legislative dirette a modificare le norme sugli imballaggi. In particolare nel corso del 2018 la Commissione presenterà una proposta legislativa in materia di prodotti di plastica monouso e di attrezzature da pesca, con l'obiettivo di ridurre i rifiuti marini. Su tale intervento la Commissione ha aperto una consultazione pubblica tra gli operatori che si chiuderà il 12 febbraio 2018. Parallelamente verrà avviata la revisione della direttiva imballaggi 94/62/Ce che sarà pronta nel 2019.

Nella stessa giornata la Commissione ha approvato una comunicazione sull'interazione tra le politiche in materia di sostanze chimiche, prodotti e rifiuti.

Fonte: ReteAmbiente