Questo sito utilizza i cookie tecnici per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. 

L’Asm organizza la raccolta giocattoli usati, al via la Settimana Europea per la riduzione rifiuti

Ha preso il via sabato 18 novembre, e si concluderà domenica 26, l’edizione 2017 della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, iniziativa volta a promuovere azioni di sensibilizzazione sulla riduzione dei rifiuti. Il tema centrale di questo anno è la prevenzione dei rifiuti, tanto semplice quanto importante.

Asm, insieme al gruppo di Volontariato Vincenziano, Caritas e Centro diocesano di Rieti, ha organizzato una raccolta di giocattoli usati da destinare ai bambini di famiglie meno abbienti, nei  punti  di raccolta nelle quattro Farmacie aziendali: Asm1, viale Matteucci n. 10, Asm2 Piazza Angelucci snc, Asm3 Santa Rufina e Asm4 Via Martiri delle Fosse Reatine (Quattro Strade) nel corso di questa settimana. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Rieti, assessorato ai servizi sociali, ha la finalità di combinare in modo sinergico, il tema della tutela ambientale con quello della solidarietà, attraverso un’azione rivolta ai più piccoli.

“La settimana europea per la riduzione degli scarti è una iniziativafondamentale ed importante per promuovere una necessaria cultura del riuso e della riduzione dei rifiuti – ha commentato il presidente Ciacci – con questa iniziativa promossa assieme all’associazionismo locale che ringraziamo, vogliamo unire solidarietà e sostenibilità, promuovendo attenzione all’ecologia ma anche al diritto al gioco dei più piccoli”.

Altre iniziative, sul tema del riuso, sono state attivate dalle associazioni aderenti al progetto “ASM si fa Smart”. L’associazione “Terminillo una Montagna di Emozioni” e l’associazione “Fare Ambiente”, sono impegnate in una raccolta di pensili e oggetti utili per realizzare una biblioteca diffusa lungo i sentieri del monte Terminillo.

I ragazzi e volontari della “Loco Motiva” stanno raccogliendo, presso il loro centro, oggetti non più utilizzati, cui poter restituire una seconda vita durante il  “Jumble Sale”, un mercatino di Natale solidale del riciclo. Chiunque avesse oggetti che non utilizza più, li può consegnare presso la sede della “Loco Motiva” aperta lunedì e mercoledì, dalle ore 11 alle 13, dal lunedì al venerdì, dalle 15.30 alle 19.30. A livello europeo, sono state registrate 13410 azioni e anche Rieti ha dato il suo contributo.

Parte la raccolta differenziata a Chiesa Nuova e nella Piana Reatina

Da lunedì 27 novembre, inizierà il servizio di raccolta differenziata Porta a porta anche nella Piana Reatina  e nel quartiere Chiesa Nuova. Sono zone della città i cui residenti  attendevano l’avvio del nuovo sistema di raccolta. Per una settimana circa, la raccolta dei rifiuti procederà in maniera mista, ossia ancora con l’ausilio dei vecchi cassonetti che inizieranno ad essere rimossi dai primi giorni di dicembre, per permettere ai cittadini di abituarsi gradualmente alla novità. Come di consueto, Asm e Comune hanno organizzato delle assemblee pubbliche durante le quali si spiegherà dettagliatamente, il modo in cui effettuare la raccolta differenziata Porta a porta e dare ogni informazione utile per una corretta gestione della stessa parallelamente alla distribuzione gratuita dei kit.

Da dicembre dunque, anche la Piana Reatina e Chiesa Nuova saranno gradualmente liberate dai vecchi cassonetti stradali.

La prima assemblea è fissata per lunedì prossimo, 6 novembre alle ore 18,30 , presso il ristorante “Piccolo Mondo Antico”. La seconda, il giorno seguente, martedì 7 ( ore 18,30 ) nella parrocchia di Chiesa Nuova. La distribuzione dei kit avverrà nei locali della parrocchia di Chiesa Nuova a partire dal 13 novembre (e si concluderà il primo dicembre) nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle 13 e il martedì e giovedì dalle 15 alle 18. Parallelamente, la distribuzione dei kit si terrà tutti i giorni presso il punto “Green Social Rieti” in piazza Cavour.
Il calendario di riferimento di raccolta dei rifiuti Porta a porta nella Piana Reatina e nel quartiere Chiesa Nuova, è quello della “Zona Velino” e il ritiro avverrà nel pomeriggio quindi i cittadini potranno esporre i contenitori delle diverse frazioni di rifiuti, lungo la strada pubblica in prossimità della propria abitazione o del condominio, entro le ore 12.

Di seguito, il calendario di raccolta “Zona Velino”.
Lunedì: Organico,
Martedì:  Plastica e Metallo,
Mercoledì:  Secco residuo,
Giovedì:  Vetro,
Venerdì : Organico
Sabato : Carta e Cartone

 

Fonte: Rietilife

Rapporto ISPRA 2017

Rifiuti urbani in crescita del 2%  nel 2016 rispetto al 2015, è quanto emerge da Rapporto ISPRA sui rifiuti urbani,  edizione 2017 presentato il 31 ottobre 2017 dall'isitituto superiore per la protezione e ricerca ambientale.

Nel 2016 la produzione nazionale di rifiuti urbani è stata pari a 30,1 milioni di tonnellate, in crescita del 2% rispetto al 2015 soprattutto per effetto della ripresa dei consumi e dell'aumento del Pil.Secondo il rapporto che l'Ispra elabora ogni anno ai sensi dell'articolo 189 del Dlgs 152/2006, l'umido è risultata tra le tipoogie più raccolte (41,2 % della raccolta differenziata, in crescita del 7,3% rispetto al 2015). Il vetro è cresciuto del 6% mentre i Raee, i rifiuti di apparecchiature elettroniche ed elettrontecniche scontano un +5,3%. Sono diminuite le discariche, nel 2016 se ne contano 15 in meno.

Per la prima volta nel 2016 i quantitativi di rifiuti urbani prodotti e raccolti in modo differenziato sono contabilizzati applicando la metodologia basata sui criteri previsti dal Dm 26 maggio 2016 recante le linee guida per il calcolo della percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Maggiori informazioni su www.ispraambiente.gov.it

Fonte: Reteambiente

ISPRA: Rapporto rifiuti urbani 2017

Roma, 31 ottobre
Il Rapporto Rifiuti Urbani, giunto alla sua diciannovesima edizione, è frutto di una complessa attività di raccolta, analisi ed elaborazione di dati da parte del Centro Nazionale per il Ciclo dei Rifiuti dell’ISPRA, in attuazione di uno specifico compito istituzionale previsto dall’art. 189 del d.lgs. n. 152/2006. Attraverso un efficace e completo sistema conoscitivo sui rifiuti, si intende fornire un quadro di informazioni oggettivo, puntuale e sempre aggiornato di supporto al legislatore per orientare politiche e interventi adeguati, per monitorarne l’efficacia, introducendo, se necessario, eventuali misure correttive.

Il Rapporto Rifiuti Urbani - Edizione 2017 fornisce i dati, aggiornati all’anno 2016, sulla produzione, raccolta differenziata, gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti di imballaggio, compreso l’import/export, a livello nazionale, regionale e provinciale. Riporta, inoltre, le informazioni sul monitoraggio dell’ISPRA sui costi dei servizi di igiene urbana e sull’applicazione del sistema tariffario.

Infine, presenta una ricognizione dello stato di attuazione della pianificazione territoriale aggiornata all’anno 2017.

Programma

Fonte: ISPRA

Presentato alla scuola Marconi di Rieti il Ri-Ri-Box

Dopo aver attraversato quest’estate il territorio Pinerolese, in Piemonte, approda a  Rieti il RIRI-BOX, una struttura mobile dove vivere un’esperienza multisensoriale tra le più avanzate a livello nazionale in tema di educazione ambientale e sensibilizzazione alla raccolta differenziata. L’iniziativa si inserisce nel progetto di gemellaggio tra Pinerolese e Reatino, che è stato finanziato con le risorse dall’Accordo Quadro ANCI-CONAI per favorire lo scambio di buone pratiche fra territori. Il progetto vede tra i partner Acea Pinerolese Industriale S.p.A., Consorzio Acea Pinerolese, Provincia di Rieti, Ancitel Energia e Ambiente SpA.

L’esperienza parte dal modello del Ribox sviluppato da Acea Pinerolese con finalità educative, che è diventato RIRI per rinnovarsi e sottolineare il passaggio importante da Rifiuti a Risorse. RIRI è anche il nome della mascotte che accompagnerà in tutto il percorso. Al suo interno i visitatori hanno potuto e potranno vivere una vera e propria esperienza di vita quotidiana, un viaggio virtuoso alla scoperta dell’economia circolare, che parte dal rifiuto e dalla molteplicità e quantità di prodotti utilizzati quotidianamente e termina con il loro riciclo e trasformazione in risorse.

Il RIRIBOX dispone di una comoda postazione info point che consente di ottenere risposte alle più immediate domande sulla raccolta. Una struttura itinerante che rappresenta un modello di innovazione tecnologica al servizio dei cittadini: un luogo interattivo e multimediale che attraverso un percorso ludico consente di scoprire come fare bene la differenziata.

RIRI-BOX è una struttura itinerante in grado di arrivare vicino alle comunità e ai cittadini per educare famiglie, classi, bambini e adulti a produrre meno rifiuti e a differenziarli per trasformarli in risorse. Attraverso giochi a tema multisensoriali, realizzati con tecnologie innovative si può seguire un coinvolgente percorso alla scoperta dei rifiuti. All’interno del RIRI- BOX è possibile provare per la prima volta applicazioni virtuali che interagiscono con il mondo reale attraverso superfici tattili e oggetti che interagiscono con il visitatore, parlano, si illuminano e attivano situazioni di vita quotidiana nella realtà virtuale.

RIRIBOX propone:
* !  Giochi interattivi e multimediali su pareti attrezzate
* !  Un viaggio virtuale nel mondo del riciclo
* !  Un punto informativo per rispondere alle domande
* !  Uno spazio per comunicare con immagini e testi
* !  Una mascotte Virtuale RIRI che anima e accompagna la visita RIRI-BOX ha viaggiato per tutto il territorio pinerolese da maggio a settembre scorso e da oggi inizierà il suo ‘tour’ nel Reatino dove toccherà 10 Comuni a partire dal capoluogo dove è stato collocato presso l’Istituto Comprensivo Marconi Sacchetti Sassetti e sarà presente nella piazze vicino alle scuole o ai luoghi di ritrovo dei ragazzi o in occasione di importanti manifestazioni del territorio.

Il progetto di gemellaggio in cui si inserisce il RIRI-BOX è iniziato lo scorso autunno, con l’analisi delle esigenze dei differenti territori e lo scambio di esperienze tra i partner. L’info-container è il principale strumento attraverso il quale verranno coinvolti gli stakeholder e divulgate le buone pratiche. Sono stati organizzati seminari di formazione tecnica per gli addetti ai lavori. Il primo si è svolto in maggio, presso il Polo Ecologico di Acea Pinerolese, il secondo oggi, presso la Sala Consiliare della Provincia di Rieti.
“Siamo molto felici e soddisfatti di poter ospitare questa esperienza all’avanguardia nella sensibilizzazione promozione delle buone pratiche nella raccolta differenziata e riciclo - dichiara Giuseppe Rinaldi, Presidente della Provincia di Rieti – Quando da parte degli amici di Pinerolo ci è stato proposto dio collaborare a questo progetto rivolto agli studenti più giovani non ci siamo fatti sfuggire l’occasione di prendere parte ad iniziativa. Come Provincia abbiamo lavorato e creduto molto nella possibilità e nella necessità di incrementare le percentuali di Raccolta differenziata nel nostro territorio:. Il supporto che quotidianamente diamo ai Comuni e la costituzione della Società provinciale, Saprodir, lo dimostra, è però anche necessario che oltre che a potenziare il servizio è necessario sensibilizzare le famiglie e il RIRIBOX è uno strumento pensato e creato per fare questo”.

“Questo progetto di gemellaggio – evidenzia Luca Salvai, Sindaco della Città di Pinerolo e Presidente del Consorzio Acea Pinerolese – ha consentito di sperimentare nuove forme di comunicazione verso i Cittadini, ma ha anche permesso un confronto sui sistemi di raccolta dei rifiuti. Nel Pinerolese è in corso di sperimentazione un progetto che associa la raccolta stradale di prossimità, con i cosiddetti Eco-Punti, al porta a porta per i rifiuti organici ed al controllo volumetrico del conferimento dell’indifferenziato tramite tessere elettroniche. I primi risultati sono molto positivi e confidiamo che vengano confermati nei prossimi mesi. L’esperienza condotta nel Pinerolese può essere messa a frutto in entrambi i territori. Questo è proprio il fine del gemellaggio: condividere buone pratiche per migliorare la raccolta differenziata.”

“Sono più di 5.000 – spiega Marco Avondetto, Direttore del Settore Rifiuti di Acea Pinerolese – i Cittadini che abbiamo incontrato nelle 10 tappe pinerolesi, in prevalenza giovani e bambini. Un risultato che è andato ben oltre le aspettative. I numeri ci restituiscono un feedback significativo, ma ciò che più conta è il riscontro in termini di qualità della proposta formativa: il RIRI-BOX ha fatto da traino presso le manifestazioni locali e molti partecipanti hanno voluto seguire l’info-container nel suo percorso, tornando a trovarci più volte dopo il primo contatto. Ciò conferma il grande interesse destato dall’iniziativa, che diventa ancora più preziosa per via del gemellaggio tra due territori distanti sia geograficamente che per caratteristiche del contesto. Auspico che questo successo possa essere replicato nel Reatino”

“L’esperienza di Pinerolo – commenta Filippo Bernocchi, presidente Ancitel Energia e Ambiente – rappresenta un orgoglio nazionale nel campo della gestione di tutta la filiera dei rifiuti e della creazione di ricchezza nel rispetto dell’ambiente e non è un caso che sia oggetto di studi per tecnici e ricercatori internazionali. Con questo progetto di gemellaggio sarà possibile condividere tale esperienza anche nel territorio reatino, promuovendo sistemi integrati di gestione di rifiuti e azioni di sensibilizzazione sull’economia circolare. Sono particolarmente contento che l’eccellenza italiana spesso si manifesti nei piccoli comuni, segno dell’importanza fondamentale che svolgono nel nostro Paese anche a livello di innovazione. Un ringraziamento particolare va al Conai, che da sempre si impegna a sostenere iniziative innovative per diffondere le buone pratiche di sostenibilità ambientale.”

“Il Conai – conclude Luca Piatto, Responsabile Area Rapporti con il Territorio Conai – rappresenta la ‘parte verde’ delle aziende italiane e, grazie alle risorse messe a disposizione dalle imprese produttrici e utilizzatrici di imballaggi, riesce a garantire ogni anno ai Comuni, attraverso l’ Accordo quadro nazionale con ANCI, una notevole quantità di fondi anche per la sensibilizzazione e promozione delle buone pratiche della Raccolta differenziata e il progetto RIRIBOX si inserisce in questo contesto. L’auspicio è che l’avvio di questo tour in provincia di Rieti possa anche rappresentare un esempio che esca al di fuori del Reatino e sia anche la partenza di un nuovo modello di gestione del ciclo dei rifiuti che porti le regioni del centro e sud d’Italia che porti a colmare quel gap con le regioni settentrionali che i dati evidenziano”.

Fonte: Rietiinvetrina