Questo sito utilizza i cookie tecnici per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. 

Bando Anci-Comieco: c'è tempo fino al 31/03/2017

Un milione di euro a disposizione dei comuni con deficit di raccolta per aumentare la differenziata di carta e cartone
Nelle precedenti tre edizioni oltre 270 Comuni supportati per oltre 3 milioni di abitanti.

Un milione di euro: è questo l’ammontare del finanziamento a fondo perduto e con obiettivi di raccolta vincolanti stanziato da Comieco in accordo con Anci (Associazione nazionale Comuni italiani), e rivolto a tutti i Comuni che presentano risultati non soddisfacenti nella raccolta differenziata di carta e cartone, ma con potenzialità di crescita.
Il bando Comieco-Anci, giunto alla sua 4° edizione, è destinato all’acquisto di attrezzature necessarie allo sviluppo della raccolta differenziata di carta e cartone.
Nelle precedenti tre edizioni i Comuni beneficiari sono stati più di 270 con un bacino di utenza superiore a 3 milioni di abitanti; l’80% degli interventi ha riguardato realtà del Sud Italia.

 

La soglia di accesso al bando di quest’anno è di 35 kg/abitante. Nel 2013 l’asticella era stata posta a 22 kg/ab e progressivamente alzata nelle due successive edizioni; questo è l’effetto di un generale miglioramento dei livelli di raccolta, in particolare al Sud dove in quattro anni la raccolta è cresciuta del 30%.
Tra i casi virtuosi il Comune di Amantea (CS) che ha visto crescere la propria raccolta differenziata di carta e cartone di oltre l’80%, il Comune di Sarno (SA) che ha utilizzato le risorse a disposizione per passare alla raccolta mono-materiale di carta e cartone e l’Aro Santa Margherita Belice e Montevago (AG) che ha raggiunto un livello di raccolta pro capite di quasi 40 kg/ab.
Il bando – unitamente alla documentazione di riferimento - è disponibile all’indirizzo http://www.comiecoancibando.it/bando/. Le domande di partecipazione dei Comuni interessati dovranno essere presentate entro il 31 marzo 2017.
 

Raccolta differenziata, Petrangeli: "Obiettivo diventare primi nel Lazio"

Una conferenza stampa, questa mattina, nella Sala Consiliare del Comune di Rieti per ricordare a tutta la cittadinanza i tempi e i termini di avanzamento della raccolta differenziata porta a porta nei quartieri di CampomoroBorgo e  Città Giardino.

Il sindaco Petrangeli e l’assessore Ubertini alla presenza del Presidente Asm Alessio Ciacci e del consigliere d’amministrazione Elena Leonardi, hanno ricordato che da lunedì 13 marzo partirà ufficialmente la fase di raccolta porta a porta, contestuale a quella classica con i cassonetti di strada, per accompagnare i cittadini ad una modifica morbida delle proprie abitudini nella gestione dei rifiuti domestici.

Dal 27 marzo però la città verrà “ripulita” dalla presenza dei secchioni per avviare definitivamente la fase finale: “È un passaggio importante – commenta il sindaco – perché riguarda tre dei quartieri della città più popolosi e vicini al centro storico che contano al loro interno tanti operatori economici. Sarà una bella sfida che dobbiamo vivere nel miglior modo possibile e siamo contenti di sapere che già ben 1000 cittadini hanno scaricato l’app ‘Junker’ che darà un grosso aiuto ai cittadini per una corretta raccolta differenziata”.

L’auspicio è quello di raggiungere la soglia del 50% di rifiuti raccolti e raggiungere 40mila persone, arrivando tra aprile e maggio ad abbracciare le prime frazioni del Comune di Rieti come CasettePiani di Poggio Fidoni e  Poggio Fidoni: “Quando ci siamo insediati la raccolta differenziata era ferma sotto il 10%, a settembre 2016 abbiamo raggiunto il 30% e a gennaio 2017 circa il 40%” – commenta Petrangeli – “il nostro obiettivo è diventare il primo capoluogo di provincia nel Lazio in termini di raccolta differenziata”.

 Ubertini  ha poi ricordato come le assemblee pubbliche organizzate nei mesi scorsi per informare la città siano state un passaggio fondamentale nella gestione di questo processo di avvicinamento alla differenziata, pensiero al quale si è unito il presidente Ciacci nel ringraziare sentitamente tutte le parrocchie che hanno messo a disposizione i loro locali per queste attività.  Foto: Emiliano GRILLOTTI ©

Fonte:RietiLife

La raccolta differenziata nel Comune di Rieti

Il Comune di Rieti per servire i cittadini in maniera puntuale e efficente la città è stata suddivisa in due zone, la zona Velino e la zona Terminillo, ciascuna con un  proprio calendario di raccolta.cartina rieti

Di seguito il link del Comune di Rieti con il calendario e tutte le informazioni utili. Clicca qui