Questo sito utilizza i cookie tecnici per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. 

Comune di Cittaducale: Dovete conferire rifiuti ingombranti o rifiuti di apparecchiature elettroniche?

Dovete conferire rifiuti ingombranti o rifiuti di apparecchiature elettroniche? E' possibile farlo gratuitamente nei giorni nei luoghi e nelle ore indicate nel volantino allegato

Il comune di Cittaducale in collaborazione con la Società RIECO, registrata la difficoltà nello smaltimento dei rifiuti ingombranti con ritiro a domicilio determinata dalle tantissime chiamate e dalla non disponibilità dell'isola ecologica a causa del lunghissimo iter per acquisire le necessarie autorizzazioni, ha deciso di organizzare tre giorni di ritiro speciale di INGOMBRANTI e rifiuti di apparecchiature elettroniche/elettriche.

Pertanto tutti coloro che volessero utilizzare questo servizio posso farlo nei giorni nei luoghi e nelle ore indicate nel volantino qui sotto.

output immagine

Fonte: Comune di Cittaducale

Cittaducale 69,80%

Pubblichiamo la percentuale di Raccolta Differenziata raggiunta nel corso del mese di Novembre dal Comune di Cittaducale (Ri).

Cittaducale: 69,80%

Fonte: Rieco

Presentata questa mattina la nuova applicazione "Junker"

Presentata questa mattina, nell'aula consiliare del Comune di Rieti, "Junker", la nuova applicazione che aiutera' il cittadino ad effettuare una corretta raccol ta differenziata. Oltre a questo supporto, di tipo tecnologico, ce ne sara' un altro di tipo logistico, consistente nella organizzazione di un punto di raccolta per la differenziata, presso la sede di Asm in via Tancia, 23. Il primo di altri che seguiranno. Servizi in piu' per il cittadino con l'obiettivo di rispettare l'ambiente e ottenere una raccolta differenziata di qualita'.

Fonte:ASM Rieti

Quarta edizione bando Comieco-Anci: aperte le iscrizioni

Comieco in accordo con ANCI, rinnova per il quarto anno il Bando per l’acquisto di attrezzature per sostenere lo sviluppo della raccolta differenziata di carta e cartone in Italia.

 

L’obiettivo è incrementare quantità e qualità della raccolta nei Comuni medio-piccoli che abbiano registrato performance molto al di sotto della media nazionale (fino a 35 kg/ab-anno) e che abbiano potenzialità di sviluppo.

 

Il finanziamento, erogato da Comieco a fondo perduto, ammonta ad un milione di euro e potrà essere utilizzato dalle amministrazioni comunali per l’acquisto di nuove attrezzature necessarie ad effettuare o a migliorare il servizio di raccolta differenziata della carta e del cartone (cassonetti, campane, bidoni, sacchetti di carta, etc).

 

Oltre al sostegno economico, il Bando fornisce un supporto tecnico gratuito per l’ottimizzazione o la strutturazione del servizio.

 

I Comuni ammessi al contributo per l’acquisto delle attrezzature potranno usufruire anche di attività di sensibilizzazione e comunicazione, messe a disposizione da Comieco, con l’obiettivo di rafforzare la comunicazione dei nuovi servizi attivati o potenziati sul territorio.

 

Per partecipare al bando le amministrazioni dovranno presentare entro e non oltre il 31 marzo 2017, previa verifica della disponibilità di fondi.

 

La Commissione Tecnica esaminerà le domande pervenute in ordine di arrivo anche prima della data di chiusura sopra indicata.

 

La Domanda e la Scheda tecnica di progetto, dovranno essere redatte mediante l’applicativo web il cui accesso è possibile cliccando qui, seguendo le istruzioni della procedura guidata.

http://www.comiecoancibando.it/bando

Per ricevere maggiori informazioni e per richiedere assistenza contattare la Segreteria Tecnica:
tel: 06/83510923 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." style="font-stretch: normal; line-height: normal; color: rgb(1, 109, 75);">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." style="font-stretch: normal; line-height: normal; color: rgb(1, 109, 75);">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Fonte: Comieco

Rifiuti, Regione:"Più differenziata, meno tasse"

La Giunta regionale del Lazio , su proposta dell’assessore con delega ai Rifiuti Mauro Buschini, ha approvato la delibera sulle “Linee guida regionali per l’applicazione della tariffazione puntuale da parte dei Comuni”. Con questo provvedimento la Regione promuove la tariffazione puntuale quale strumento per incentivare prioritariamente il contenimento e la riduzione della produzione di rifiuti  e per potenziare l’invio al riciclaggio delle diverse frazioni di rifiuti tramite la raccolta differenziata.

“L’approvazione in giunta di questa delibera – ha spiegato l’assessore Buschini  – si basa sul criterio principale di riduzione della produzione dei rifiuti e in particolare di quelli non inviati a riciclaggio. Si tratta, senza dubbio, di uno strumento importante per incentivare i cittadini a fare nel miglior modo possibile la raccolta differenziata per giungere a un piano tariffario che premierà, con agevolazioni sulle bollette, chi produrrà meno rifiuti. Un metodo che non si basa più sul numero dei componenti dei nuclei familiari e sui metri quadri delle abitazioni ma sulla quantità e sulla correttezza nel conferimento da parte di ciascun utente. Se produco meno e riciclo meglio pago di meno, e i comportamenti virtuosi avranno un riconoscimento monetario pressoché immediato con la sicurezza, seguendo i principi della trasparenza, che i cittadini paghino solo il numero di conferimenti realmente operati oltre a quelli già inclusi nella parte fissa della tariffa. Nella deliberazione, inoltre, sono individuate le azioni che i Comuni dovranno adottare al fine di realizzare la verifica puntuale della produzione di rifiuti partendo dalle utenze non domestiche e sono previsti sostegni economici per gli stessi Comuni, sia di parte corrente che di parte capitale, nell’ambito della programmazione sulla differenziata”.

“I regolamenti comunali di gestione dei rifiuti urbani – ha aggiunto poi Buschini  – potranno essere aggiornati con le modalità attraverso le quali la nuova tariffazione può essere attuata in relazione alla “quantificazione” dei rifiuti prodotti dalle singole utenze. Potranno essere utilizzati, ad esempio, sistemi di identificazione del singolo utente attraverso l’utilizzo di contenitori dedicati (sacchi o bidoni) di varie dimensioni e di etichette a barre, lacci, ecc. con codice a barra rimovibile che permettono l’associazione del numero di scarichi effettuati dall’utente; utilizzo di contenitori dedicati dotati di trasponder o tessera magnetica che permettono la registrazione dei dati identificativi; dotazione ai cittadini di contenitori con codice a barre serigrafato che quantifichino i rifiuti conferiti mediante lettura con pistola laser; utilizzo di sacchi o lacci per contenitori preacquistati che permettano all’utente di quantificare i rifiuti effettivamente conferiti in modo proporzionato al consumo di sacchi e/o lacci effettivamente impiegati e al volume predefinito”. Foto (archivio) RietiLife ©

 

Fonte: Rieti Life